mercoledì 30 giugno 2010

La cosa più bella

Io lo so che dovrei lavorare. O almeno fare finta. Ma non posso, no oggi no.
Ieri sera. Ieri sera.
Ok, ieri sera Eileen.
Ieri sera sono uscita da qui e sono andata direttamente a casa sua seguendo le indicazioni che mi aveva lasciato, ovviamente dopo essermi persa un paio di volte...
Che tristezza gli appartementi americani, quelli per single poi.
Tavola imbandita con tovaglia giallo canarino, piatti rigorosamente di plastica, vino rosso che non è stato aperto in qunato ci siamo scolati la birra messicana che adoro. E lui, senza giacca e cravatta, con una polo nera da urlare e un bel sorriso che non ricordavo quasi più. La pasta era orrenda credo, ne ho mangiato due forchettate. Le farfalle nello stomaco. Gesù allora è vero, ricordo di aver pensato.
E poi tutto. E poi non ho dormito nemmeno un minuto. Com'è bella la notte in America!

Stamattina sono arrivata in ufficio alle undici sparate che tutti stavano praticamente uscendo per il pranzo, e aspettavano il pomeriggio per chiamare la polizia mi hanno detto, visto che il mio cellulare era staccato e Asley giurava che lui fosse sulla lista dei più ricercati del Bureau.
Entro, con un sorriso beota, gli occhi leggeri ancora vestita come il giorno prima, pure con il mio macchafrappaccino di Starbuck che mi sono stra tranquillamente fermata a prendere, non capendo nemmeno perchè mi guardavano tutti...


La cosa più bella? Le lenzuola sintetiche, un caldo assurdamente texano, un uomo meraviglioso che mi sfiorava la schiena nuda e mi chiedeva "Ora dimmi come ti chiami."
"Mi chiamo Eileen."
"Eileen è un mome del sud, un nome americano. Tu non sei americana! Dimmi il tuo nome."
........
......
..
Con un filo di voce nel buio.
"Eleonora"

7 commenti:

  1. ah, però!
    sei quasi da invidia!

    RispondiElimina
  2. Che bello...una favola...mi hai fatto sognare stamani mattina.

    RispondiElimina
  3. Cara omonima, ti leggo da un po' in silenzio (non ricordo come ci sono arrivata qui), ma dopo aver letto di questa bellissima serata non posso non palesarmi! Soprattutto perché ti chiami come me! In bocca al lupo, che sia la prima di una lunghissima serie!ele

    RispondiElimina